Il gioco

Regole generali

Una guida semplice e chiara realizzata apposta per i giocatori che si avvicinano per la prima volta al mondo del poker online. Scopri i formati e le regole del gioco del Poker.

FORMATI

Poker Cash

Il Poker Cash è un gioco in cui le chip sul tavolo rappresentano il loro valore in denaro. I bui mantengono sempre lo stesso livello e puoi rientrare in gioco (re-buy) in qualsiasi momento se le tue chip scendono al di sotto di un certo numero. Per iniziare a giocare cerca un posto vuoto in uno qualsiasi dei tavoli disponibili nella lobby. Puoi sederti a un tavolo vuoto e attendere la partecipazione di altri giocatori o sederti a un tavolo con uno o due posti vuoti ed iniziare subito a giocare. Si comincia a giocare sui tavoli cash non appena sono presenti due o più giocatori attivi. I giochi cash rappresentano un buon punto di partenza per i principianti. I bui di 0,01/0,02 centesimi sono ideali per iniziare a familiarizzarsi con le nozioni di base del poker, poiché prevedono perdite di denaro minime. A differenza dei tornei, nei giochi cash non vengono applicate commissioni. L'unico importo trattenuto dal banco è una piccola percentuale del piatto, nota come "rake", compresa in genere tra 0% e il 5% del piatto, a seconda della dimensione di quest'ultimo. Puoi uscire da un gioco cash in qualsiasi momento.

Tornei Sit & Go

I Sit and Go sono tornei a un tavolo di breve durata che si svolgono di continuo sulla lobby del Poker di Gamenet. Il buy-in è lo stesso per tutti i giocatori, che ricevono la stessa quantità di chip. La partita continua fino a quando non resta un solo giocatore. I giocatori ricevono un importo che dipende dal momento in cui finiscono la partita e non dal numero di chip di cui dispongono nelle diverse fasi della partita. Per iscriverti a un torneo Sit and Go, apri la lobby del Poker, trova l'importo della puntata e le dimensioni del tavolo desiderato e inizia a giocare. I tornei iniziano non appena il tavolo è pieno. Ciò significa che i tornei iniziano poco dopo aver eseguito la registrazione, visto che i giocatori tendono a iscriversi con una certa rapidità a tornei con un formato del genere. Partecipare ai tornei Sit and Go è uno dei metodi più efficaci per imparare a giocare a poker. Clicca qui per saperne di più.

Tornei

I tornei multitavolo sono tornei di poker di grandi dimensioni a cui può partecipare un numero praticamente illimitato di giocatori. Il buy-in è lo stesso per tutti i giocatori, che ricevono lo stesso numero di chip. I partecipanti vengono suddivisi a caso tra i vari tavoli e, man mano che vengono eliminati i vari giocatori, il numero di tavoli si riduce gradualmente fino a un solo tavolo. Nel tavolo finale il torneo prosegue fino a quando non resta un solo giocatore con tutte le chip. I giocatori ricevono un importo che dipende dal momento in cui finiscono la partita e non dal numero di chip di cui dispongono nelle diverse fasi della partita. Clicca qui per saperne di più.

Poker Rapido

Per tutte le informazioni sul Poker Rapido clicca qui e visita la sezione del sito dedicata interamente a questo gioco.;

 

REGOLE DEL GIOCO

Le regole del Texas Hold'em

In una mano di Texas Hold'Em ogni giocatore dispone di 7 carte, di cui 2 sono carte "private" (le pocket cards che il giocatore ha in mano coperte), mentre le altre 5 sono "community cards", appartengono cioè a tutti i giocatori e vengono poste scoperte al centro del tavolo. In altre parole, ogni giocatore ha in comune con tutti gli altri 5 delle 7 carte che costituiscono la sua mano.

Dopo un processo che comprende 4 giri di puntate, ogni giocatore sceglie tra quelle 7 carte le 5 che gli consentono di ottenere il punto migliore; ne può usare 3 comuni e 2 private, oppure 4 comuni e 1 privata o addirittura 5 comuni e 0 private.

Naturalmente giocatori diversi potranno usare le stesse carte comuni per formare ognuno la propria mano.
Le posizioni al tavolo

Al gioco partecipano da 2 a 10 giocatori.

Solitamente nei casinò e nei club i giocatori si avvalgono di un dealer professionista che distribuisce le carte per tutti, mentre uno speciale gettone (Bottone) gira nel tavolo in senso orario per indicare chi è il mazziere "virtuale" di turno (o the button). In assenza del dealer i giocatori fanno le carte a turno in senso orario, tenendosi davanti il bottone. Nel gioco on line ci può essere o meno la raffigurazione del dealer seduto al tavolo: in ogni caso sarà il software ha occuparsi della distribuzione delle carte.

Il giocatore alla sinistra del bottone mette il Piccolo Buio (Small Blind), quello seguente mette il Grande Buio (Big Blind).

Gli altri giocatori non mettono nulla.
Le prime due carte

Il dealer distribuisce 2 carte coperte a ciascun giocatore, una alla volta in senso orario, a partire dal giocatore alla sinistra del bottone: queste sono le carte "private" di ciascun giocatore.
I giro di puntate

I giocatori decidono le loro mosse in base alle sole 2 carte che hanno in mano, visto che non ci sono ancora carte comuni sul board (tavolo).

Il primo a parlare è il giocatore che si trova alla sinistra del Grande Buio, che può scegliere tra le seguenti mosse:

  • Fold (passare): cioè abbandonare la mano in corso
  • Call (vedere): cioè vedere la puntata mettendo nel piatto l’ammontare del Grande Buio o se un giocatore precedente ha rilanciato l’ammontare dell’ultimo rilancio effettuato
  • Raise (rilanciare): cioè mettere nel piatto una puntata più alta del Grande Buio

A seguire, gli altri giocatori parlano a turno in senso orario; ognuno di loro potrà a sua volta decidere le proprie mosse secondo lo stesso criterio, ovvero potrà scegliere tra:

Ad ogni rilancio il “giro” dei giocatori ricomincia, e gli stessi potranno decidere se passare (fare fold), vedere (fare call) o rilanciare (fare raise) a propria volta. Rimangono nella mano tutti i giocatori che hanno “visto” l’ultimo rilancio e chi, ovviamente, l’ha effettuato. A questo punto il gioco può procedere con la fase successiva.

Il flop. Il mazziere (dealer) "brucia" una carta (ovvero scarta, senza mostrarla, la prima carta del mazzo) e scopre 3 carte sul board (tavolo): il flop. Le 3 carte che compongono il flop sono comuni per tutti i giocatori.
 

II giro di puntate. Dopo il flop i giocatori hanno già a disposizione 5 carte per “formare” il proprio punto (le 3 scoperte comuni a tutti e le 2 private).

Una volta scoperto il flop inizia a parlare il primo giocatore ancora nella mano alla sinistra del bottone, che può scegliere tra le seguenti mosse:

  • Check: cioè rimanere nella mano ma senza effettuare alcuna puntata
  • Puntare (bet): cioè effettuare una puntata

E’ possibile anche fare direttamente fold (cioè passare la mano), anche se si è i primi a parlare: in questo modo ci si auto-esclude immediatamente dalla mano.

Ogni giocatore a seguire potrà scegliere tra le seguenti mosse:

  • Fold (passare): cioè abbandonare la mano in corso
  • Check: nel caso in cui anche i giocatori che hanno parlato prima abbiano scelto la stessa mossa
  • Bet (puntare): nel caso in cui i giocatori che hanno parlato prima abbiano fatto check
  • Call (vedere): cioè vedere la puntata effettuata dal giocatore che ha parlato prima di lui
  • Raise (rilanciare): cioè mettere nel piatto una puntata più alta di quella effettuata dal giocatore che ha parlato prima

Ad ogni rilancio il “giro” dei giocatori ricomincia, e gli stessi potranno decidere se passare (fare fold), vedere (fare call) o rilanciare (fare raise) a propria volta. Rimangono nella mano tutti i giocatori che hanno “visto” l’ultimo rilancio e chi, ovviamente, l’ha effettuato. A questo punto il gioco può procedere con la fase successiva.


Il turn

Il mazziere (dealer) "brucia" una carta (ovvero scarta, senza mostrarla, la prima carta del mazzo) e scopre 1 carta sul board (tavolo): il turn. Anche questa carta, che se aggiunge al flop, è comune per tutti i giocatori.
 

III giro di puntate

Dopo il turn ha il via il III giro di puntate, che si svolge come il II e vede coinvolti tutti i giocatori ancora nella mano. E’ sempre il primo giocatore ancora in gioco alla sinistra del bottone ad iniziare a parlare.
 

Il river

Il mazziere (dealer) "brucia" una carta (ovvero scarta, senza mostrarla, la prima carta del mazzo) e scopre l’ultima carta sul board (tavolo): il river. Anche questa carta, che se aggiunge al flop e al turn, è comune per tutti i giocatori.

A questo punto i giocatori hanno a disposizione tutte le sette carte utili per comporre la loro migliore combinazione.

IV giro di puntate

Dopo il river inizia il IV e ultimo giro di puntate, che si svolge come il III, e vede coinvolti tutti i giocatori ancora nella mano. E’ sempre il primo giocatore ancora in gioco alla sinistra del bottone ad iniziare a parlare.
 

L'aggiudicazione del piatto

Nel poker Texas Hold’em esistono due possibilità per vincere un piatto:

a) essere rimasti gli unici giocatori ancora nella mano (cioè se a seguito di un rilancio, durante un giro qualsiasi di puntate, tutti gli altri giocatori hanno deciso di passere la mano);

b) essere il giocatore tra quelli rimasti nella mano a mostrare il punteggio migliore al momento dello showdown, ovvero: quando termina il IV giro di puntate e vi sono ancora in gioco almeno due giocatori, si effettua lo “showdown” per l’aggiudicazione della mano, attraverso il confronto tra i punti realizzati dai giocatori rimasti nella mano.

Il primo giocatore a dover mostrare il proprio punto è quello che ha effettuato l’ultimo rilancio; a seguire quelli che hanno visto (call) il rilancio effettuato. Se il giocatore che deve mostrare la propria mano successivamente al primo, vede che il suo punto è inferiore ai punti mostrati dai giocatori che lo hanno preceduto nello showdown, può “concedere il piatto” senza bisogno di mostrare il proprio punto.

Il piatto è aggiudicato al giocatore che mostra la combinazione più alta. Può anche verificarsi una divisione ex equo del piatto tra due o più giocatori che abbiano ottenuto la stessa identica combinazione
 

 

Le Regole di Omaha

L’Omaha è una variante del Poker Texas Hold'em. Ad ogni giocatore sono distribuite 4 carte private, anziché 2. Sul board, con le stesse modalità del Texas Hold’em (flop – 3 carte, turn – 1 carta, river – 1 carta) vengono scoperte 5 carte comuni a tutti i giocatori.

Il giocatore, per comporre la migliore combinazione, può utilizzare solo e soltanto 2 delle 4 carte private e 3 delle 5 carte comuni.

Per il piccolo e il grande buio (small e big blind), per le puntate, per la distribuzione delle carte che in generale compongono la mano (4 carte private e 5 carte comuni) e per l’assegnazione del piatto valgono le stesse regole e le stesse modalità del Poker Texas Hold'em.

Punteggio e valore della mano

Nel Poker Texas Hold'em il vincitore della mano è quel giocatore che al momento dello showdown possiede la migliore combinazione di carte possibili utilizzando cinque delle sette carte a sua disposizione.

Di seguito il valore delle mani nel Poker Texas Hold'em disposte in ordine decrescente.

  • Scala reale (Royal Flush)
  • Scala da 10 all'asso con tutte le carte dello stesso seme.
  • Scala a Colore (Straight flush)
  • Scala con 5 carte dello stesso seme, in ordine. Quando in una mano sono presenti due scale a colore il piatto viene vinto dal giocatore che detiene la scala con la carta più alta.
  • Poker (Quads)
  • 4 carte dello stesso valore.
  • Full (Full House). Un Full è rappresentato da una combinazione di 3 carte dello stesso valore (Es. K K K) più una coppia di valore diverso (Es. 8 8). Qualora ci trovassimo di fronte a due Full la mano viene vinta dal giocatore che detiene il Full con le tre carte dello stesso valore più alte.
  • Colore (Flush). 5 carte dello stesso seme. Nel caso due giocatori avessero entrambi colore vince il giocatore che detiene la carta più alta.
  • Scala (Straight). 5 carte di semi diversi in sequenza. Quando più di una scala è in competizione vince quella con il valore più alto. L'asso  può essere utilizzato o dopo la carta più alta o prima della carta più bassa.
  • Tris (Three of a kind). 3 carte dello stesso valore.
  • Doppia coppia (Two pair). Qualsiasi combinazione di due coppie di carte di un determinato valore con seme diverso. Con più di una doppia coppia del medesimo valore in competizione allo stesso tavolo, vince chi ha la carta più alta al di fuori di quelle che compongono la coppia stessa.
  • Coppia (Pair). Combinazione di due carte dello stesso valore. In caso di competizione con un'altra coppia dello stesso valore, vince quella con la più alta carta al di fuori dalla coppia stessa.
  • Carta più alta (High card). Quando i giocatori non hanno nessuna tra le combinazioni descritte, vince la mano chi ha la carta più alta.